Castel San Pietro

Costruito vicino all'antica chiesa romanica di San Pietro in Castello, dalla quale prende il nome, nel corso dei secoli passò sotto le varie dominazioni e subì molte modifiche strutturali fino ad assumere la forma ancora oggi ben visibile.

Costruito nel 1398 per volere di Giangaleazzo Visconti sulle rovine della rocca che fu edificata da Berengario sul finire del IX secolo, il castello era situato in una posizione strategica che gli permetteva di dominare tutta la città. Nel 1450 venne unito al sistema di mura medievali e restò tale fino al 1801 quando fu fatto saltare dai francesi poco prima di abbandonare la riva sinistra dell'Adige per ritirarsi su quella destra. Quando subentrarono gli austriaci demolirono ciò che restava del castello visconteo per costruirvi una caserma. I lavori durarono dal 1851 al 1856 e il risultato fu una caserma-fortezza in stile neoromanico ancora oggi ben visibile. Il castello, di proprietà del comune dal 1932, è stato acquistato dalla Fondazione Cariverona e si sta ora discutendo sulla sua destinazione che pare essere quella di area culturale o museo collegato con la città magari tramite il ripristino di una teleferica o la costruzione di scale mobili.




Visibile solo esternamente, non visitabile/percorribile.

Indirizzo: Piazzale Castel San Pietro, 37121 Verona.

Si accede alla terrazza antistante la struttura grazie alla scala ai piedi del colle, al lato sinistro del Teatro Romano. Altrimenti, si può raggiungere in macchina, passando per la parte posteriore del colle; nella terrazza è presente un parcheggio.

Sezione Cosa fare

Il giornale dell'Opera a Verona

Lago di Garda: oasi di relax a due passi da Verona.

La nuova mappa tematica interattiva!