Castello di Illasi

Grazie a scavi effettuati sul versante sud si è potuta rilevare una costante presenza abitativa nel maniero fin dall'età del Ferro e del Bronzo, e quindi ben prima del 971, anno del primo documento in cui viene nominato il castello di Illasi.

Il castello, nel corso dei secoli, ha vissuto vicende analoghe a quelle delle altre fortificazioni presenti nel territorio veronese: in principio fu centro di una signoria vescovile, in seguito entrò a far parte dei possedimenti del Comune di Verona, poi passò sotto il controllo degli Scaligeri, dei Visconti e infine del governo veneziano. Dal 1517 a seguito dell'infeudazione da parte del governo veneziano ai Pompei, il territorio divenne signoria feudale e rimase tale fino alla rivoluzione francese.

Al suo interno sono state trovate tracce della chiesetta di Santa Maria, citata in molti documenti, assieme a quelle di un cimitero. E' stata scoperta inoltre tutta un'area sotterranea rimasta intatta con i suoi saloni e i suoi cunicoli ancora da esplorare. L'interno del maniero, nonostante i soffitti completamente crollati, conserva il fascino di un imponente arco a tutto sesto che abbraccia l'intera ampiezza del cassero e di cui però non si conosce con certezza la data di costruzione: secondo alcuni risalirebbe al XIII secolo, quando al castello venne data l'impostazione attuale, secondo altri invece sarebbe stato aggiunto successivamente.



Di proprietà della famiglia Sagramoso-Pompei, non è aperto alle visite. La rocca è visibile solo dall'esterno.

Referente: Comune di Illasi

Indirizzo: Via Strada Nuova, 37031 Illasi (VR).

Telefono: 045-7830411

E-mail: info@comune.illasi.vr.it

www.comune.illasi.vr.it 

 

Sezione Cosa fare

Il giornale dell'Opera a Verona

Lago di Garda: oasi di relax a due passi da Verona.

La nuova mappa tematica interattiva!