Castello Scaligero di Valeggio sul Mincio

Il castello di Valeggio, edificato sul colle che domina il paese posto a cavallo tra il Veneto e la Lombardia, conserva inalterata la suggestiva imponenza delle fortificazioni medievali.

La parte attualmente visibile era originariamente denominata la Rocca ed era accessibile attraverso due ponti levatoi; un terzo ponte, tutt'ora esistente, conduceva invece alla parte chiamata Castello della quale rimangono solo i ruderi delle mura perimetrali. All' interno del piazzale della Rocca si può osservare la Torre Tonda, una singolare costruzione a ferro di cavallo, che faceva parte del primitivo maniero voluto dal marchese Milone Sanbonifacio (X secolo) e distrutto dal terremoto del 1117.

Nel 1285 gli Scaligeri iniziarono i lavori di ricostruzione e ampliamento della zona fortificata di Valeggio ed oltre alla Rocca e al Castello fu edificato un avamposto sulle rive del Mincio, collegato al Castello tramite una muraglia difensiva. Nel 1345 Mastino II della Scala iniziò i lavori di costruzione del Serraglio Scaligero, un'imponente bastia (circa 16 km) costituita da fossati e mura merlate intervallate da torricelle, che doveva scendere dal castello, circondare l'abitato di Valeggio, raggiungere il Castello di Villafranca e terminare nella pianura nei pressi di Nogarole Rocca. Il lavoro venne interrotto nel 1348 a causa della Peste Nera e l'opera terminò negli anni successivi.

Nel 1387 le roccaforti valeggiane passarono sotto il controllo dei Visconti e nel 1393 Gian Galeazzo Visconti fece costruire e raccordare alla Rocca un Ponte-diga che servisse come luogo di transito e come difesa dalle acque, realizzando così un complesso fortificato unico in Europa.

Il decadimento del Castello di Valeggio si verificò durante la dominazione veneziana e in particolare quando la Serenissima Repubblica di Venezia, privilegiando la scelta di fortificare Peschiera, cedette a privati sia il Castello che il Ponte Visconteo.



Indirizzo: Via degli Scaligeri, 37067 Valeggio sul Mincio (VR).

CTG El Vessinel

E-mail: presidente@elvissinel.it   -   berengario@elvissinel.it 

www.elvissinel.it 

Sezione Cosa fare

Il giornale dell'Opera a Verona

Lago di Garda: oasi di relax a due passi da Verona.

La nuova mappa tematica interattiva!