Torre Scaligera di Isola della Scala

La presenza di un antico castello ad Isola della Scala, che prima del 1300 era chiamata Isola Cenense (fangosa), perchè affiorava in mezzo alle paludi, era documentata già nel 1011. Distrutto dai mantovani tra il 1230 e il 1232, venne successivamente rafforzato da Mastino II della Scala e andò a costituire la conclusione del Serraglio Scaligero, eretto a protezione dei mantovani.

Oggi di quel castello è rimasta solo una torre mozzata, che serviva a controllare l'accesso al paese e che era costituita da tanti pianerottoli in cui alloggiavano i soldati, affiancata da un rivellino munito di due ponti levatoi, dal momento che un tempo il Tartaro circondava completamente la torre. L'accesso alla torre avveniva dal cammino di ronda per mezzo di scale retrattili. All'interno della torre soltanto il secondo solaio e quello di copertura erano voltati in muratura con soffitto a tutto sesto. I merli presenti in cima alla torre erano a coda di rondine (ghibellini).

L'attuale struttura muraria in cotto è stata in gran parte restaurata nel 1839, ed una lapide murata sopra il lato ovest del rivellino ci ricorda quell'intervento (MDCCCXXXIX hoc collabefacturo renovatum comunitatis aere).




Referente: Comune di Isola della Scala

Indirizzo: Strada Provinciale 24, 37063 Isola della Scala (VR).

Telefono: 045-6631911

Fax: 045-6630170

www.comune-isola.it

Sezione Cosa fare

Il giornale dell'Opera a Verona

Lago di Garda: oasi di relax a due passi da Verona.

La nuova mappa tematica interattiva!