Ponte Scaligero

Il più grande e spettacolare edificio civile del medioevo veronese, fu costruito sulle sponde del fiume Adige, per volere di Cangrande II della Scala nel 1354, a difesa dagli stessi abitanti di Verona e per avere una via di fuga a Nord verso i parenti austriaci.

A guardarlo bene infatti, l’incantevole Ponte Scaligero merlato, di mattoni rossi, con le sue slanciate arcate, è asimmetrico e in discesa verso la sponda sinistra dell’Adige, per facilitare la fuga verso quella che prima era zona di campagna. Fu usato per scopi militari fino al 1870, quando venne consentito il transito pedonale.

La struttura parte dalla Torre del Mastio, al cenrto di Castelvecchio, e si sviluppa in tre arcate. Le fortificazioni e le merlature svelano la sua identità di elemento difensivo medievale. Come il Ponte Pietra, il Ponte Scaligero offre un insieme di epoche e di stili: dai mattoni in cotto e pietre bianche locali del periodo Scaligero, al materiale edilizio di epoca romana.

Usato come sfondo per meravigliose foto e scene filmiche, emoziona ogni giorno i visitatori che passeggiano sulla sua curva.



Indirizzo: Corso Castelvecchio, 2 - 37121 Verona (Entrata Castelvecchio. Il Ponte Scaligero si trova nella parte posteriore del Castello).

 

Sezione Cosa fare

Il giornale dell'Opera a Verona

Lago di Garda: oasi di relax a due passi da Verona.

La nuova mappa tematica interattiva!