Antichi popoli

Antichi popoli

I Cimbri

La montagna veronese serba con cura l’identità di un intero gruppo etnico, il quale conserva la propria lingua, i propri usi e costumi: si tratta dei Cimbri.

Varie sono le ipotesi sulle loro origini: alcuni suppongono si tratti dei discendenti dei cimbri, calati in Italia  alla fine del II sec., più precisamente dei superstiti della battaglia contro i romani, che si stabilirono sui monti veneto-trentini; l’ipotesi più accreditata  parla di genti provenienti da una zona di confine tra Tirolo, Svevia e Baviera.

Queste popolazioni, dal XII sec. si stabilirono qui per sfruttarne il patrimonio boschivo, autorizzati dal Comune di Roverè ad aiutare nell’opera di disboscamento, per la quale non bastava più la forza lavoro locale. In cambio dell’ospitalità  avrebbero dovuto difendere i confini di Verona in caso di attacco nemico.

Il loro nome deriverebbe dunque da un’alterazione dell’antico tedesco Zimberer che significa  falegname, carpentiere.

Il contadino cimbro si dedicava in estate al pascolo e alla produzione del formaggio, in inverno produceva e conservava il ghiaccio nelle giassare, trasportava legna e produceva il carbone, tutte attività che oggi contraddistinguono ancora la  Lessinia.

La parlata dialettale cimbra, derivante dall’antico tedesco, sopravvive ancora oggi nel Comune di Giazza, dove addirittura le vie sono segnalate nella doppia lingua sopravvive l’antica comunità che valorizza tradizioni, gastronomia e dialetto cimbro.

Curiosità

  • Scopri gli usi e costumi dei Cimbri  nel Museo Etnografico di Giazza.
  • Fermati ad apprezzare i capitelli e le colonne votive per strade e contrade.
  • Visita la Giassara del Griez dove si conservava il ghiaccio.
Sezione Cosa fare

Parco naturalistico

Shared and private wine tours

Tours and Travels

Natura, Avventura, Cultura..

Amore per la libertà, passione per il camper

Outdoor Adventures

Il paradiso a portata di mano

Scopri gli sport all'aria aperta.