Zevio


Questo centro della provincia di Verona, lungo le rive dell'Adige, nel quale sono stati ritrovati numerosi reperti di origine romana, deve probabilmente l'origine del suo nome all' aggettivo latino devius, a significare la sua posizione di "paese fuori della via", intendendosi la Via Postumia, che distava solo 4,5 km.

Zevio, nel corso della storia, ha sempre svolto un ruolo difensivo nei confronti del suo capoluogo, tant'è che vi era stato costruito un fortilizio circondato da un fossato.
Nel corso dei secoli ha seguito le medesime sorti storiche di Verona, sottostando a decine di dominazioni straniere diverse, fino a quando nel 1815 vi si insediarono gli austriaci, che ne mantennero il potere per qualche decennio, quando, con la Terza Guerra d'Indipendenza, nel 1866, anche Zevio entrò a far parte del Regno d'Italia.

Data la sua posizione pianeggiante, il terreno è ideale per la coltivazione del riso, in particolare qui si produce il Vialone Nano Veronese, un'eccellenza della nostra provincia. A questo si accompagnano il vino Arcole DOC e la colture di mele, che rendono Zevio uno dei maggiori produttori della provincia.


MONUMENTI

  • Chiesa di Santa Maria: la sua costruzione risale al 1820, in stile neoclassico, ma è diventata la parrocchia del paese solamente nel 1949.
  • Chiesa di San Pietro: quella attuale, sempre in stile neoclassico, è del 1839 ma è stata costruita sulle basi di una precedente, di cui si mantiene ancora il campanile, datato XVI sec.
  • Villa Sagramoso, detta "Il Castello": la sua costruzione originaria risale probabilmente ai tempi di re Teodorico e durante la sua storia è stato usato per diverse finalità, da diversi dominatori, nonchè parzialmente distrutto e ricostruito in più di un'occasione. Oggi non ha più le sembianze di un vero e proprio castello, se non consideriamo il fossato che lo circonda; appare più come un'elegante villa gentilizia, di proprietà della famiglia veronese Sagramoso che ne entrò in possesso nella seconda metà del '600 destinandola a luogo di ritrovo per incontri culturali.
  • Monumento ai Caduti: in onore dei soldati zeviani caduti durante le due Guerre Mondiali.



www.comune.zevio.vr.it
Comune di Zevio 0456068411

Sezione Territorio

Wine, food & dreams

Cantina Giovanni Ederle